Serie B - Gli anticipi di ieri: è un Foggia in formato playoff, l’Ascoli si arrende, tra Parma e Cittadella regna l’equilibrio, al Tardini è 0-0

3-0 allo Zaccheria con i padroni di casa che vedono vicino l'ottavo posto, fallisce l'aggancio al secondo posto per i ducali, i veneti interrompono una striscia di 3 sconfitte consecutive
 di Roberto Krengli Twitter:   articolo letto 18 volte
Fonte: legab.it
Serie B - Gli anticipi di ieri: è un Foggia in formato playoff, l’Ascoli si arrende, tra Parma e Cittadella regna l’equilibrio, al Tardini è 0-0

1.

Prosegue l’ottimo momento del Foggia che centra la terza vittoria nelle ultime quattro giornate battendo nettamente l’Ascoli tra le mura amiche (3-0) e portandosi così a ridosso della zona playoff, distante appena un punto, nell’anticipo della 35/a giornata della Serie B ConTe.it.

I rossoneri partono forte e dopo un paio di tentativi di Kragl e Nicastro, al 24′ sbloccano il risultato con Deli, che scambia con Mazzeo e da due passi firma l’1-0. La reazione dei marchigiani non si vede e in chiusura di frazione proprio Mazzeo trova il raddoppio, bravo a risolvere in mischia dopo i tentativi in successione di Kragl e Zambelli.

Nella ripresa Cosmi opta per un doppio cambio e al 6′ gli ospiti si fanno vedere per la prima volta con Monachello di testa. Guarna è attento ed evita l’1-2. Poco dopo però il portiere dell’Ascoli Agazzi viene espulso per fallo da ultimo uomo su Deli in area di rigore. Lanni ipnotizza Mazzeo ma sugli sviluppi del corner successivo il tap in sotto porta di Loiacono vale il tris del Foggia che chiude definitivamente la partita.

Il Foggia sale così a 49 punti, l’Ascoli, in zona retrocessione, resta fermo a 36.

 

2.

Pareggio a reti bianche al Tardini tra Parma e Cittadella nel secondo anticipo della 35/a giornata della Serie B ConTe.it. I ducali mancano così il momentaneo sorpasso a Frosinone e Palermo restando al quarto posto e salendo a quota 57 punti mentre i veneti tornano a muovere la classifica dopo tre stop di fila avanzando a 51.

Gara avvincente fin dai primissimi minuti. Al 7′ un tentativo da fuori di Munari finisce di poco fuori dallo specchio della porta. La risposta degli ospiti è affidata a una conclusione dal limite dell’area di Schenetti che Frattali blocca. La squadra di Venturato crea due potenziali occasioni con Settembrini e ancora Schenetti ma nel finale di frazione torna a farsi vivo dalle parti di Paleari il Parma, che sfiora il vantaggio con Calaiò.

Nella ripresa è sempre il portiere del Cittadella il grande protagonista: prima respingendo i tentativi di Gagliolo e Insigne poi quello di Di Gaudio dopo un’azione del neoentrato Ciciretti. I veneti però tengono fino alla fine e in pieno recupero sfiorano anche il colpaccio con Vido. L’ultimo sussulto lo regala Calaiò, la cui punizione viene respinta ancora una volta da Paleari.