Seconde squadre, la Lega B chiede la revoca o la modifica della riforma

 di Roberto Krengli Twitter:   articolo letto 46 volte
Fonte: novara.iamcalcio.it
Mauro Balata
Mauro Balata

L'annuncio dell'introduzione delle squadre B nel campionato di Lega Pro non ha raccolto pareri favorevoli tra i club di Serie B. Con un comunicato ufficiale la Lega B ha manifestato la propria perplessità sulla riforma attuata, annunciando l'adozione di iniziative per contrastare il provvedimento.

Il presidente della Lega B Mauro Balata, riunito il Comitato esecutivo e sentito il Consiglio direttivo, in seguito alla pubblicazione del Comunicato ufficiale n. 42 del Commissario straordinario della Figc con il quale si delibera l’introduzione delle seconde squadre in Serie C e la relativa possibilità di promozione in Serie B, contesta con forza il contenuto ed il percorso seguito dalla Federazione "caratterizzato da una totale assenza di confronto e condivisione, oltre che dannoso per la natura e la specificità della Serie B di valorizzazione dei giovani, territorialità dei club e competitività e regolarità del torneo. Con gravissimi danni economici per i club e di interesse per i tifosi".

Pertanto d’accordo con le società si è deciso di convocare al più presto un’Assemblea straordinaria al fine di adottare iniziative finalizzate a richiedere la revoca e/o modifica del provvedimento. Gli organi della Lega B sono in ogni caso mobilitati in sede permanente per adottare ogni iniziativa ritenuta utile per contrastare tale provvedimento anche relativamente ai playoff ed ai playout della corrente stagione sportiva e al blocco del campionato della prossima.

Daniele Luciano