Rassegna stampa - LA STAMPA: "Dal volley al calcio, la IGOR anche sulle maglie dei giocatori azzurri"

17.07.2019 16:00 di Roberto Krengli Twitter:    Vedi letture
Fonte: lastampa.it
La nuova maglia azzurra
La nuova maglia azzurra

Territorio e valori. Sulla nuova maglia del Novara c'è in bella vista il marchio Igor gorgonzola, che lascia il retro della divisa per prendersi lo spazio più ambito. Appena sotto, uno slogan che richiama al progetto della Quarta categoria promosso dal club: «Il calcio per me è tutta la vita». In attesa del lancio ufficiale, la nuova casacca azzurra «griffata» Mizuno è stata presentata a Firenze nella cerimonia per i 60 anni della Serie C. Segna una rivoluzione: il logo di Igor sostituisce quello di Banco Bpm, Comoli Ferrari resta vicino al colletto e Mirato sui pantaloncini.

«Il modo migliore per sostenere lo sport nei nostri territori è la collaborazione con le imprese locali - analizza il dg Roberto Nespoli da Firenze -. Abbiamo apprezzato la forte volontà di Igor e siamo felici che un'azienda della zona sia main sponsor. Grazie comunque a Banco Bpm per il supporto negli anni: siamo certi che la loro vicinanza alle iniziative soprattutto legate al settore giovanile non mancherà in questa stagione e nelle prossime, a prescindere dalla presenza o meno sulla maglia».

Per Fabio Leonardi, titolare di Igor e patron della squadra di volley, un'incursione ancora più convinta nel calcio.

Eppure lui rigetta il ruolo di «mecenate» dello sport azzurro:

«No, non chiamatemi così, è un termine che non mi piace e non è del mio essere - avverte -. Preferisco definirmi un imprenditore che ama il suo territorio. Così come lo è Massimo De Salvo, persona che stimo e che ha investito molto nello sport cittadino pur non essendo novarese».

Leonardi rivela di essere stato una presenza discreta nel pool di sponsor che segue il Novara:

«Mai avrei voluto passare davanti alla banca, con cui ho un ottimo rapporto. Persone come Nico De Angelis, Franco Zanetta sono amici prima che interlocutori. Ma quando abbiamo saputo che la banca si sarebbe fatta da parte, ci siamo proposti noi come Igor per il marchio principale sulla maglietta. Porteremo l’immagine del nostro gorgonzola, un vanto per il Novarese, negli stadi di tutta Italia. Mi piace il progetto della dirigenza azzurra, il nuovo corso fondato sui giovani. Quando me ne aveva accennato Marco Rigoni ne ero rimasto entusiasta».

Aggiunge, il patron di IGOR volley:

«E l’aspetto che apprezzo di più è che sulla divisa ci saranno i marchi degli sponsor con cui abbiamo e stiamo condividendo un cammino, come Comoli Ferrari e Mirato».

Il cuore diviso a metà ?

«No, no, calma - risponde Leonardi -, il cuore continua a battere per il volley, ma sono sempre stato tifoso del Novara. Da ottobre non avrò da annoiarmi la domenica, tra il Piola e il palasport».

Il riferimento alla Quarta categoria, e quindi al campionato per ragazzi con disabilità intellettivo relazionali, è invece una citazione. La frase stampata riprende infatti una risposta di Nicola Macchiarulo, uno degli azzurri di Novara for special, alla domanda «Cos'è per te il calcio?» durante la presentazione delle ultime finali Berretti.

«Ragazzi come Nicola sono portatori dei veri valori del nostro sport - osserva Nespoli -. Non dobbiamo dimenticarci che parliamo sempre e comunque di un gioco. Speriamo anche che questa iniziativa possa aiutare la Quarta categoria ad essere considerata un mondo sì speciale, ma soprattutto normale».

Filippo Massara e Marco Piatti

-